Passa ai contenuti principali

Club Mola di Bari: "La scelta flexitariana promossa da Renzo Samaritani, Massimiliano Deliso e Carmelina Rotundo Auro: motivazioni e benefici"

 




La scelta di promuovere la tematica flexitariana da parte di Renzo Samaritani, Massimiliano Deliso e Carmelina Rotundo Auro come "Club Mola di Bari" nasce dalla consapevolezza dei benefici che questo stile di vita comporta sia per l'ambiente che per la salute umana. In questo articolo, esamineremo le ragioni che hanno portato questi tre personaggi a sostenere il concetto di alimentazione flexitariana e approfondiremo gli studi scientifici e le riflessioni filosofiche che ne sostengono l'importanza.


La dieta flexitariana consiste nel ridurre il consumo di carne e di prodotti di origine animale, privilegiando invece frutta, verdura, cereali integrali, legumi, formaggi, uova e pesce, preferibilmente provenienti da produzioni locali e biologiche. Questo approccio alimentare mira a trovare un equilibrio tra la sostenibilità ambientale, il benessere animale e la salute umana.


Le motivazioni alla base della scelta flexitariana di Samaritani, Deliso e Rotundo Auro sono varie:


Riduzione dell'impatto ambientale: la produzione intensiva di carne è uno dei principali fattori di inquinamento, deforestazione e consumo di risorse naturali. La dieta flexitariana, riducendo il consumo di carne, contribuisce a diminuire tale impatto.


Salute umana: numerosi studi scientifici hanno dimostrato che un'alimentazione ricca di frutta, verdura e cereali integrali e povera di carni rosse e trasformate è associata a una riduzione del rischio di malattie cardiovascolari, diabete e alcuni tipi di cancro.


Benessere animale: la dieta flexitariana, promuovendo un consumo responsabile e consapevole di prodotti di origine animale, contribuisce alla tutela del benessere animale e alla riduzione delle pratiche di allevamento intensivo.


Nel corso della storia, numerosi filosofi e pensatori hanno sostenuto l'importanza di un'alimentazione basata su cibi vegetali e sulla riduzione del consumo di carne. Ad esempio, Leonardo da Vinci, noto per il suo amore per gli animali e la natura, riteneva che l'uomo dovesse nutrirsi prevalentemente di cibi vegetali.


In conclusione, la scelta di promuovere la tematica flexitariana da parte di Renzo Samaritani, Massimiliano Deliso e Carmelina Rotundo Auro si basa su ragioni ambientali, sanitarie e etiche, e si ispira a studi scientifici e riflessioni filosofiche che ne sostengono l'importanza. La dieta flexitariana rappresenta un approccio alimentare equilibrato e sostenibile, in grado di conciliare il benessere dell'individuo, di Mola di Bari e del pianeta.

Commenti

Post popolari in questo blog

Club Mola di Bari, chi è RENZO SAMARITANI?

  Mi chiamo Renzo Samaritani e sono lieto di presentarmi alla comunità di Mola di Bari. Ho recentemente deciso di stabilirmi definitivamente in questa affascinante cittadina pugliese dopo aver vissuto in Emilia-Romagna, sono entusiasta di contribuire alla vita locale e al futuro sostenibile di Mola. In passato, ho contribuito a fondare e attualmente ricopro il ruolo di Presidente del "Club Mola di Bari", un'organizzazione che si dedica a promuovere e sostenere la cultura e le tradizioni locali. Attraverso il Club Mola di Bari, gestiamo anche "Kappa Radio Mola" e "Club Mola TV", due piattaforme mediatiche che offrono informazioni, intrattenimento e approfondimenti sulla nostra amata cittadina. Prima di trasferirmi a Mola di Bari, ero un membro attivo del Movimento 5 Stelle quando vivevo a Bologna. Tuttavia, nella mia nuova vita a Mola di Bari, ho scelto di agire in maniera apartitica, concentrandomi sulle esigenze e gli interessi della comunità locale

18 novembre 2022 nasce il Canale 2 di "club MOLA TV (circuito TCN telecittànazionale)

 per vederlo vai su: https://strimm.com/clubMolaTVtcn/clubMOLATVtcn

27 gennaio 2023 Helga Schneider in Puglia a teatro ad Acquaviva delle fonti "Lasciami andare, madre" con il commento musicale di Yevgeni Galanov

  Venerdì 27 gennaio, alle ore 20.00, nel Teatro Luciani ad Acquaviva delle Fonti, l’Orchestra sinfonica della Città metropolitana di Bari celebra il Giorno della Memoria con un concerto dal titolo “Memento”, diretto dal maestro Carlo Goldstein   e con la partecipazione dei ragazzi dell’associazione culturale “Il Circolo del Grillo Parlante”. (biglietto unico € 5,00 e € 1,00 per studenti di ogni ordine e grado. Prevendita su piattaforma TicketOne.it).  Il programma prevede l’esecuzione di brani di autori ebrei come nel caso di Felix Mendelsshon- Bartoldy, con la quarta Sinfonia Italiana, o di Franz Schreker, con l’Intermezzo op. 8 per archi. Sarà, inoltre, eseguito anche il brano di Nicola Scardicchio, composto su commissione dell’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari, Aggadah, una forma di narrazione usata nel Talmud e in alcune parti della liturgia ebraica con la voce narrante di alcuni giovani studenti del “Circolo del Grillo Parlante”.   Completerà l’evento la lettura di alcune